Cecchini di Assad in gara per colpire donne incinte

Damasco Un pacchetto di sigarette per ogni donna incinta colpita. Così funzionava un disumano gioco tra i cecchini siriani al soldo di Assad. Il medico britannico David Nott, che ha trascorso di recente cinque settimane in Siria come volontario in un ospedale, ha riportato le testimonianze di alcuni dei civili ricoverati nel pronto soccorso, secondo cui i cecchini scommettevano ogni giorno su parti diverse del corpo da colpire, fra queste anche il ventre delle donne incinte che sfidavano i proiettili per andare a procurare cibo. «In effetti in un solo giorno ne arrivarono sei, tutte colpite all'utero. Un altro giorno le ferite erano tutte al collo, un altro ancora al seno sinistro, un altro all'inguine: un inferno mai visto nemmeno in Bosnia, in Libia o in Sudan».

Commenti