Chi è

«Sono l’unico che ha il coraggio di dire quello che pensa la gente». Geert Wilders, 46enne leader del Partito della libertà è la «pecora nera» della politica olandese ma gode di un seguito sempre crescente. Il suo cavallo di battaglia è la denuncia dei pericoli della islamizzazione del suo Paese, diretta conseguenza di una politica troppo generosa verso l’immigrazione. Wilders punta esplicitamente a diventare primo ministro, seguendo le orme di Pim Fortuyn, leader di un partito sorto dal nulla che nel 2002 arrivò a un passo dal vincere le elezioni quando il suo leader fu assassinato.

Commenti