Colonia Mazzette in università: indagati cento professori

La procura di Colonia ha scoperto un vasto traffico di dottorati fasulli in numerose e rinomate università tedesche. Lo ha confermato al settimanale «Focus» il portavoce della procura, Guenter Feld, secondo il quale si sta indagando contro un centinaio di professori, accusati di aver facilitato a molti laureati l’ottenimento in tempi rapidi del titolo di un dottorato di ricerca, in cambio di compensi compresi tra 4mila e 20mila euro. «Si tratta di professori di ogni facoltà, da medicina, a giurisprudenza, a economia, a ingegneria», ha spiegato il portavoce. Nel mirino degli inquirenti figurano università molto famose come Francoforte, Tubinga, Lipsia, Rostock, Jena, Bayreuth, Ingolstadt, Amburgo, Hannover, Bielefeld, Hagen, Colonia e la Freie Universitaet di Berlin. Contrariamente a quanto avviene in Italia, in Germania una laurea non dà il diritto di fregiarsi del titolo di dottore, riservato invece solo a chi ha conseguito un dottorato di ricerca, che solitamente richiede un grosso impegno di una durata non inferiore a tre anni. Un titolo di «Herr Doktor» è particolarmente apprezzato in Germania, poiché consente di compiere carriere più importanti e di conseguenza meglio retribuite di quelle riservate ai soli possessori di laurea.

Commenti