L'agenzia Ap denuncia il governo Usa: ci ha spiato per due mesiStampa americana in subbuglio

Washington Sarebbe stato un «lancio» non gradito su un'operazione avviata nello Yemen a spingere il dipartimento della Giustizia a un'operazione di spionaggio ai danni dell'agenzia di stampa Associated Press. Per due mesi nel 2012, denuncia l'Ap, gli investigatori federali avrebbero registrato le conversazioni fatte attraverso più di venti linee telefoniche degli uffici e dei giornalisti, comprese quelle di casa e i cellulari. La Casa Bianca già chiamata in causa per lo scandalo del Fisco Usa che avrebbe preso di mira, con controlli accurati, i gruppi legati al Tea Party, ha preso le distanze da quanto avvenuto.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento