Stati Uniti, bambina uccisa dal fratello di dodici anni

Leila Fowler era stata trovata morta nella sua casa in California. A dare l'allarme proprio il fratello maggiore, ora accusato di essere il responsabile del gesto

Arrestato a soli dodici anni, con l'accusa di avere ucciso la sorella, di otto. È successo in California, nella contea di Calaveras, dove due settimane di caccia al responsabile della morte di Leila Fowler si sono concluse con un'accusa nei confronti del fratello maggiore.

La ragazzina era stata trovata in casa morta. A dare l'allarme proprio il fratello, che agli investigatori aveva raccontato di avere visto entrare un uomo che aveva descritto come "muscoloso e dai capelli grigi", che era poi scappato dall'abitazione.

Lo sceriffo non ha ancora spiegato quale possa essere stato il movente del gesto, né se la polizia è già risalita alle motivazione. Ai suoi concittadini ha detto: "Stanotte potete dormire più tranquilli".

Commenti