Usa e Gb fermano gli aiuti «non letali» ai ribelli siriani

Washington Troppa preoccupazione per l'avanzata dei miliziani legati ad Al Qaida. Per questo Stati Uniti e Gran Bretagna hanno annunciato ieri la sospensione degli «aiuti non letali», cioè del materiale logistico, ai ribelli in Siria. Gli aiuti umanitari resteranno. La notizia arriva nel giorno in cui si è consumata una nuova strage di donne, anziani e bambini a Nebek, un villaggio a nord di Damasco solidale con la rivolta anti-regime. La decisione di Usa e Regno Unito arriva dopo che una postazione in mano ai ribelli dell'Esercito libero è stata conquistata dai miliziani qaedisti. Gli attivisti siriani non violenti devono ora affrontare la repressione del regime ma anche l'oscurantismo qaedista.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti