Finale Champions: due giornate a Thiago Motta

La conferma della squalifica di Frank Ribery per tre partite e quindi la sua assenza dalla finale di Champions League contro l'Inter il 22 maggio a Madrid ha mandato su tutte le furie il sanguigno presidente del Bayern di Monaco, Uli Hoeness,

La conferma della squalifica di Frank Ribery per tre partite e quindi la sua assenza dalla finale di Champions League contro l'Inter il 22 maggio a Madrid ha mandato su tutte le furie il sanguigno presidente del Bayern di Monaco, Uli Hoeness, che dopo aver annunciato che il club bavarese ora si rivolgerà al Tas di Losanna ha attaccato frontalmente l'Uefa e gli italiani che ci lavorano. L'avesse fatto Josè Mourinho sarebbe già scattata la reazione del più alto organo calcistico europeo. Maldestro tentativo di screditare il nostro calcio alla vigilia della finale Champions di Madrid fra Bayern e Inter. Nel frattempo all'Inter è arrivata la notifica della squalifica di Thiago Motta per due giornate. Il brasiliano appoggiò la mano sul volto di Busquet durante la semifinale del Camp Nou contro il Barcellona. L'Inter ha tempo tre giorni per presentare il reclamo alla corte di Appello Uefa. La stessa che ha rimbalzato il reclamo del Bayern.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti