Francia: gli archeologi sulle strade dei legionari

Gli studiosi andranno a piedi equipaggiati come i soldati dell'antica Roma

Andranno a piedi. Sulle strade di Francia, equipaggiati come gli antichi legionari. Sono gli otto appassionati di storia romana che dal 9 al 15 maggio parteciperanno alla spedizione sui 110 chilometri che da Bibracte raggiungono Alesia. Ognuno di loro viaggerà con circa 20 chili addosso, corrispondenti alla perfetta panoplia del legionario: il casco metallico, 1,5 kg; la spada, 1 kg; il pugnale leggero; il giavellotto; l'armatura, che pesa 7 kg. L'obiettivo della spedizione è testare la resistenza del materiale e degli uomini al tempo dell'antica Roma. «Per noi archeologi e storici - spiega Gerard Coulon, specialista di archeologia gallo-romana - questa esperienza è assolutamente formidabile. Quando le cose sono fatte in modo rigoroso, ciò consente di sperimentare dal vero i testi antichi». I partecipanti sono membri dell'Associazione Legio VIII Augusta, dal nome della più importante Legione romana che si era fermata nel primo secolo dopo Cristo nei pressi di Digione.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti