Francia: gli archeologi sulle strade dei legionari

Gli studiosi andranno a piedi equipaggiati come i soldati dell'antica Roma

Andranno a piedi. Sulle strade di Francia, equipaggiati come gli antichi legionari. Sono gli otto appassionati di storia romana che dal 9 al 15 maggio parteciperanno alla spedizione sui 110 chilometri che da Bibracte raggiungono Alesia. Ognuno di loro viaggerà con circa 20 chili addosso, corrispondenti alla perfetta panoplia del legionario: il casco metallico, 1,5 kg; la spada, 1 kg; il pugnale leggero; il giavellotto; l'armatura, che pesa 7 kg. L'obiettivo della spedizione è testare la resistenza del materiale e degli uomini al tempo dell'antica Roma. «Per noi archeologi e storici - spiega Gerard Coulon, specialista di archeologia gallo-romana - questa esperienza è assolutamente formidabile. Quando le cose sono fatte in modo rigoroso, ciò consente di sperimentare dal vero i testi antichi». I partecipanti sono membri dell'Associazione Legio VIII Augusta, dal nome della più importante Legione romana che si era fermata nel primo secolo dopo Cristo nei pressi di Digione.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.