Frankenweenie, scienziato in erba fa resuscitare il suo cane morto

A volte, basta un cartone per confezionare un piccolo gioiello. Certo, l'operazione presuppone la presenza di un regista degno di questo nome, merce sempre più rara di questi tempi. Come nel caso di Tim Burton, autore che raramente tradisce il suo pubblico non deviando mai dal suo standard abituale di grandezza. Ne è un esempio Frankenweenie, bellissimo film targato Disney, da qualche giorno negli store italiani. È la storia di Victor, un ragazzino dagli occhi tristi innamorato del cinema; tanto da girare dei cortometraggi che hanno come principale protagonista il suo cane e unico amico Sparky. La vita, però, gli riserva una brutta sorpresa: la povera bestiola muore sotto una macchina. Victor, però, di cognome fa Frankenstein ed è uno scienziato ben più che in erba. Prova e riprova, alla fine risuscita il suo fido compagno ma non senza inevitabili conseguenze. Un Tim Burton al massimo del suo splendore.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.