Una «Fuga di cervelli» per quattro risate

Due modi diversi di fare comicità, sotto l'egida del made in Italy. Sono usciti, in questi giorni, due film (distribuiti da Warner), campioni d'incasso, che si rivolgono a differenti tipi di pubblico. Il primo è Fuga di cervelli ed è figlio di Internet. La pellicola, diretta da Paolo Ruffini, è interpretata, tra gli altri, da Frank Matano e Guglielmo Scilla, personaggi che sono diventati famosi tra i giovani grazie ai loro video su youtube. Le battute e le scenette (alcune davvero simpatiche) sono, di conseguenza, calibrate su questa fascia di età. Diverso è Un boss in salotto, di Luca Miniero, con Paola Cortellesi e Rocco Papaleo. Qui siamo nella tradizione pura della nostra commedia, che abbina bravura degli interpreti a sceneggiature solide.

Commenti