Genova Infanticidio Il Dna incastra il fidanzato

Svolta nelle indagini dell’infanticidio del piccolo Alessandro, il bimbo di 8 mesi deceduto a Genova. Si alleggerisce la posizione della madre del bambino Katerina Mathas mentre si sarebbe aggravata quella del suo compagno occasionale, Antonio Rasero. «Elemento decisivo - spiega in una nota il procuratore aggiunto Vincenzo Scolastico - è stato il rinvenimento sul piede del bambino, dove sono stati trovati i segni di un morso, del dna di Giovanni Antonio Rasero in considerazione degli ulteriori elementi di accusa già raccolti a suo carico. Resta da valutare la posizione della donna alla luce di questo nuovo dato che sembra escludere la sua partecipazione materiale al delitto». Il piccolo Alessandro è morto la notte del 15 marzo scorso nel locale di Giovanni Antonio Rasero durante una notte a base di cocaina con Aikaterini Mathas. Questa mattina Giovanni Antonio Rasero romperà l’isolamento in cui si trova da dieci giorni e potrà incontrare i familiari.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento