DECLASSAMENTOPellerano (Biasotti): «Uniti per salvare l'Archivio di Stato»

Genova in serie B. Lo ha deciso il nuovo ministro dei Beni Culturali che ha messo in cantiere un progetto di riforma degli Archivi di Stato. Del gruppo «nazionale» faranno parte quelli delle città di Venezia, Firenze, Torino, Milano, Roma, Napoli, Palermo, Bologna e Bari. Non quello di Genova, nonostante il peso storico e politico della città e del materiale conservato. Per questo, su iniziativa del consigliere biasottiano Lorenzo Pellerano, la Regione Liguria sosterrà l'appello di 40 studiosi di tutta Europa al governo «perché non trasformi l'Archivio di Stato di Genova in un archivio di serie B». «Serve un celere intervento per scongiurare il declassamento che costituirebbe un pesante schiaffo alla storia e al patrimonio culturale della nostra città», attacca Pellerano.

Commenti