Furti, scippi e rapine. Ma Tursi e Questura fanno gli struzzi

Degrado, criminalità diffusa, violenza, spaccio di droga? Di fronte a questi poco edificanti fenomeni in città, la risposta è una sola: girarsi dall'altra parte e ignorare. Insomma, far finta che non sia mai successo niente. Come le tre scimmiette dell'«Io non vedo, io non sento, io non parlo», o, meglio ancora, all'insegna del «Tutto va ben, madama la marchesa». Anche se non va bene affatto.
Pare questo il comportamento del Comune di Genova, per quanto emerge dalla risposta, nei giorni scorsi, dell'assessore Francesco Oddone a un'interrogazione del consigliere Edoardo Rixi, Lega Nord, a proposito della notte di Capodanno. L'esponente del Carroccio aveva scritto, all'inizio di gennaio, citando episodi di trasgressione e addirittura di delinquenza nel centro storico genovese, dove «non erano presenti - sottolineava Rixi - servizi di sicurezza adeguati a garantire l'ordine pubblico; un contingente di Forze dell'ordine è rimasto fermo in piazza Matteotti (...)