Papa Francesco: «Prego per le vittime e i feriti»E l'arcivescovo Bagnasco va a parlare coi medici

Il Papa prega per le vittime e i feriti del Porto di Genova. Lo scrive il cardinal Bertone, Segretario di Stato, in un telegramma inviato alla diocesi. «Il Sommo Pontefice esprime profonda partecipazione al dolore della città. Assicura preghiere per quanti sono morti, invoca dal Signore pronta guarigione per i feriti, affida alla protezione della Vergine della Guardia quanti sono colpiti dal drammatico evento e invia la sua benedizione apostolica. Mi unisco nella vicinanza e nel ricordo». Ieri il cardinale Angelo Bagnasco ha visitato i feriti ricoverati all'ospedale Galliera. Il cardinale ha parlato con i medici prima di recarsi nel reparto di degenza breve, dove ha incontrato Raffaele Chiarlone. «L'incidente è una ferita profonda per Genova e per tutti noi, è una tragedia di famiglia, che ci sconvolge, ma che non ci deve abbattere». Ha detto poi Bagnasco nell'omelia al Santuario della Guardia in occasione della giornata di santificazione sacerdotale. «Il nostro porto - ha aggiunto - deve tornare ad essere il cuore pulsante della vita, del lavoro e della società genovese. Esso torni ad essere il motore e la spinta dell'economia, una fondamentale risorsa per tante famiglie».

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento