Prova a truffare giovani cinesi con una finta bolletta da pagarePiazzista denunciato

Un ventenne pugliese, impiegato a Genova nella vendita porta a porta di contratti di fornitura energetica, è stato denunciato dalla polizia per truffa e tentata estorsione nei confronti di tre studenti universitari cinesi. Il giovane si è fatto consegnare 800 euro in contanti per pagare per loro una bolletta scaduta da 700 euro e la sanzione. Non accontentandosi del colpo appena messo a segno, pochi giorni dopo il ventenne si è ripresentato agli stranieri, pretendendo altri 5000 euro per il ritardo del pagamento precedente. Poi ha preteso altri soldi ed è passato alle minacce di espulsione dall'Italia e di ritorsione con accordi con la mafia cinese.

Commenti