Seborga si rifà la sua moneta

Il Principato di Seborga, piccolo centro alle spalle di Bordighera, nell'Imperiese, torna a far valere la sua autoproclamazione e a battere moneta propria dopo circa tre secoli e mezzo. A giugno, secondo quanto annunciato dal sindaco Enrico Ilariuzzi, la Zecca comincerà a produrre il «Luigino» non con l'intento provocatorio come quello del principe Giorgio I, ma con un obiettivo strettamente turistico. «Abbiamo la moneta originale - spiega il primo cittadino - che è esposta nel Museo della Zecca. Un magister monetae della Zecca di Lucca farà un calco per poterla riproporre e metterla in vendita da fine giugno».

Commenti