Gentium, test fallito e il titolo precipita al Nasdaq

La società biotecnologica italiana Gentium è ieri scivolta sul Nasdaq dopo aver annunciato i risultati dei test sperimentali di un farmaco per la cura di una malattia che provoca l’occlusione delle piccole vene che portano sangue al fegato. Nel pomeriggio Gentium perdeva il 10,6%, a 3,04 dollari, dopo aver segnato un minimo di 2,65 dollari. Gentium ha comunicato i risultati di Fase III del farmaco Defibrotide, parlando di «trend solidi in favore dei pazienti curati» con il farmaco. Inizialmente, il mercato aveva accolto in modo positivo i risultati: nel pre-market, il titolo era in deciso rialzo. Una lettura più attenta dei risultati, però, ha evidenziato che i test non hanno centrato l’obiettivo principale: misurare la reazione dei pazienti nei cento giorni successivi a un trapianto di cellule staminali.

Commenti