Gianni Letta «Noi giornalisti ora dovremmo meditare»

«Noi giornalisti di oggi dovremmo meditare amaramente e con un approfondito esame di coscienza». È l’invito del sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta, intervenuto ieri a Roma alla presentazione del libro Paolo VI. L’audacia di un Papa dell’inviato del Giornale Andrea Tornielli. Papa Paolo VI considerava la stampa una «splendida missione a servizio della verità, della democrazia, del progresso», ha ricordato Letta. Presente anche il vicedirettore responsabile di Avvenire Marco Tarquinio, alla guida del quotidiano della Cei dopo le dimissioni di Dino Boffo. Al termine dell’incontro Tarquinio si è avvicinato a Letta e lo ha ringraziato.