Graffiti, il Comune cita in giudizio un minorenne

La giunta comunale ha autorizzato la citazione in giudizio di un minorenne che lo scorso 24 giugno ha imbrattato il muro di un centro ricreativo comunale in corso di Porta Romana 116 con scritte offensive in vernice spray nei confronti di un’insegnante

La giunta comunale ha autorizzato la citazione in giudizio di un minorenne che lo scorso 24 giugno ha imbrattato il muro di un centro ricreativo comunale in corso di Porta Romana 116 con scritte offensive in vernice spray nei confronti di un’insegnante. Lo ha reso noto il vice Sindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato. Il writer, 17 anni, era stato colto in flagranza di reato, grazie a una segnalazione dei volontari dell’Associazione poliziotti italiani, dal Nucleo Decoro Urbano della Polizia Locale. Che aveva provveduto a sanzionarlo in base all’ordinanza vigente con 450 euro di multa. In un anno e mezzo, ha detto De Corato, il Nucleo Tutela Decoro Urbano ha denunciato 51 writer cui sono seguiti i primi sette processi penali, di cui uno concluso, che riprenderanno tra settembre e ottobre, con il Comune parte civile.

Commenti