È grave la vittima della rapina finita nel sangue in un minimarket

Finita nel sangue una rapina a Lavinio: gravi le condizioni della vittima. È stato operato Luigi Mattioli, il sessantaquattrenne proprietario del minimarket sulla via Ardeatina che giovedì sera era stato rapinato da Giuseppe Pupo, 34 anni, pluripregiudicato di Pomezia. L’uomo è accusato di tentato omicidio, lesioni gravi, ricettazione, porto abusivo di arma e rapina impropria. Pupo aveva ferito Mattioli in pieno volto con una lama di quindici centimetri davanti alla moglie e alle cassiere impietrite dalla paura. Dopo aver arraffato il contenuto della cassa, 600 euro, se l’era filata, ma Mattioli aveva cercato di fermarlo davanti l’uscita. Pupo aveva reagito sferrandogli una seconda coltellata al fianco sinistro. Il balordo era stato fermato dopo un inseguimento.