Guerra tra bande di spacciatori: egiziano giustiziato a colpi di pistola

Gli hanno sparato due colpi a bruciapelo, abbandonandolo poi agonizzante sotto un lampione. La vittima è spirata pochi minuti dopo l'arrivo dei soccorsi, ancora prima che potesse raggiungere l'ospedale . È morto così Mohamed A, giovane egiziano di 25 anni, da qualche anno domiciliato ad Abbiategrasso. L'ipotesi principale circa un delitto che non ha avuto testimoni, è che si sia trattato di un regolamento di conti tra bande rivali, per il controllo delle attività illegali nel territorio dell'abbiatense. Gli investigatori non si sbilanciano, ma lo spaccio della droga o la gestione della prostituzione potrebbero essere le piste maggiormente accreditate, per risalire ai responsabili del fatto di sangue avvenuto nella notte tra mercoledì e giovedì. (...)