I 100 ospiti della Montello Non c'è neppure un siriano

Sopralluogo della Regione in via Caracciolo: «Tutti clandestini» La denuncia della Lega: «La caserma può ospitare 6mila persone»

«Là dentro non c'è neppure un siriano». Dopo il sopralluogo nei dormitori degli 83 ospiti della caserma Montello, il deputato leghista Paolo Grimoldio e l'assessore lombardo alla Sicurezza Simona Bordonali sono amareggiati: «Sono tutti clandestini e noi continuiamo a mantenerli». Quel che preoccupa maggiormente i due politici è lo spazio ancora disponibile alla Montello: «Ci stanno fino a 6mila persone e la via delle caserme dà mano libera alla prefettura, scavalcando amministratori locali e sindaci». Nei prossimi giorni sono previsti altri arrivi ma non è dato sapere né quanti né quando. In 150 migranti invece verranno portati alla caserma bresciana di Montichiari. «Cambiamole nome - provoca l'assessore Beccalossi - non sia più dedicata all'aviatore Serini ma sia ribattezzata campo profughi Renzi-Alfano».

Commenti