I coltivatori «Per noi si apre un orizzonte di nuove opportunità»

Il via libera Ue alla coltivazione della varietà di patata transgenica Amflora «interrompe un embargo di anni, aprendo una finestra di possibilità nuove per l’agricoltura in Europa». Così Confagricoltura sulla decisione presa da Bruxelles sulla patata ogm: «Questa notizia è il segno che si vuole finalmente porre fine al paradosso secondo cui in Europa si devono consumare prodotti contenenti Ogm, ma non consentire agli agricoltori di utilizzare varietà geneticamente modificate nei loro campi», scrive Confagricoltura. La Confederazione di Palazzo della Valle sottolinea che nel mondo gli ettari coltivati a transgenico sono «in continuo aumento» e sono passati da 125 milioni di ettari del 2008 a 134 milioni di ettari del 2009, con un aumento del 7,2% complessivo (+5,3% per la soia, a quota 69,3 milioni di ha e +10,2% per il mais, a quota 41,1 milioni di ha).

Commenti

Grazie per il tuo commento