I film sui combattenti italiani Oggi il convegno all’Oberdan

«Invictis victi victuri», cioè l'omaggio ai caduti invitti dei vinti che saranno vincitori. Ovvero pensare alla rivincita, senza parlarne mai. Così Andreotti orientò il cinema italiano negli anni fra il trattato di pace e il ritorno di Trieste alla madrepatria. Se ne parla oggi allo Spazio Oberdan nel convegno fra Maurizio Cabona, critico cinematografico del Giornale, l'ambasciatore Maurizio Serra e lo storico Piero Visani, che apre la rassegna di film sui combattenti italiani nella II guerra mondiale. Dopo il convegno, il film che compendia la crisi dell'estate 1943: «Fantasmi del mare» di Francesco De Robertis. La rassegna prosegue domenica e mercoledì (www.cinetecamilano.it - 02.77406316)
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.