I piloti si dicono pronti allo sciopero: «Accordi violati»

In vista della ripresa dell’attività sindacale, i piloti Alitalia tornano sul piede di guerra. Secondo quanto riferiscono fonti della Uilt, sono partite le procedure di raffreddamento proposte dalla stessa Uilt e alla quale hanno aderito anche Cisl e Ugl per la «violazione da parte di Cai di una serie di accordi relativi al dimensionamento degli organici. Se queste procedure non si concluderanno positivamente - annunciano - si potrebbe arrivare a uno sciopero nelle prossime settimane». Secondo le fonti, infatti, ci sarebbero circa 100 piloti in meno rispetto agli organici concordati con Cai all’epoca delle intese di palazzo Chigi. Tra questi accordi, sottolineano le fonti, «erano previste 78 assunzioni di piloti dalle liste del personale in cassa integrazione. Ne sono state fatte circa la metà».

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento