I precedenti Da Pordenone a Napoli scia di violenze

Ora il tentato incendio della discoteca della «Muccassassina», due giorni fa l’aggressione subita da una coppia omosessuale al Gay Village: due episodi ravvicinati che riaprono il dibattito su intolleranza, violenza e omofobia. E riportano alla mente la rissa, avvenuta a fine giugno a Napoli, in cui una ragazza omosessuale ha rischiato di perdere un occhio per la violenza dei colpi presi da parte di una banda di balordi, in piazza Bellini, luogo di ritrovo del mondo gay napoletano. A Pordenone, il gennaio scorso, un giovane disabile omosessuale venne aggredito da tre uomini. Come giustificazione, la noia di un venerdì sera. Così spiegarono i tre agli agenti.

Commenti