Ieri alla Spezia «L’aumento Tia è una vergogna»

«Qui è tutto fermo. Nuovo ospedale, progetto del water front e questione Acam, un dramma che coinvolge 1.000 famiglie e che affronterò subito». Sandro Biasotti giunge alla Spezia e punta subito il mirino sui buchi neri della città. Il candidato presidente del centrodestra, ieri nel levante ligure per inaugurare il nuovo point di via Gioberti, nel centro storico, è entusiasta. «Sento la voglia di cambiare e vinceremo anche senza l'Udc perché gli elettori centristi sanno dove sono i valori cristiani», ha aggiunto Biasotti che poi ha messo il dito nell'ultimo nervo scoperto della giunta comunale spezzina. L'aumento della Tia, la tariffa di igiene urbana. «È una cosa inaccettabile». Marco Toracca
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.