Immigrazione Asse Italia-Francia chiede intervento Ue

L’asse Roma-Parigi per l’immigrazione clandestina si consolida. Il premier italiano, Silvio Berlusconi, e il presidente francese, Nicolas Sarkozy, si presenteranno la settimana prossima al consiglio europeo con una voce sola. E forte. Per chiedere a Bruxelles una presa di posizione netta e azioni «concrete» sui flussi migratori. Perché - hanno anticipato in una lettera congiunta indirizzata al presidente della Commissione Europea, José Manuel Barroso - sul tema l’Ue si gioca la sua «credibilità». Si chiede una decisa azione europea verso i Paesi di origine, transito e destinazione dei migranti per contrastare e prevenire l’immigrazione clandestina. Ma non solo. Italia e Francia scendono in campo fianco a fianco anche per sollecitare un accordo europeo con la Libia, per controllare meglio i propri confini e gestire i flussi di immigrazione irregolare.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.