Industria chimica sequestrata dai carabinieri

Nell’ambito dei controlli per l'emergenza inquinamento del fiume Sacco, i carabinieri del comando provinciale di Frosinone hanno sequestrato l'area di un’industria chimica di Anagni. Il sequestro ha interessato, in particolare, un'area impropriamente adibita a lavaggio di cisterne contaminate da sostanze tossiche nocive e corrosive, utilizzate dall'azienda per la commercializzazione dei propri prodotti chimici. Sotto sequestro è finita anche una delle condutture di raccolta delle acque meteoriche, risultata inquinata anch’essa.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.