Chiamparino rompe gli indugi e avverte il suo sponsor Renzi

«Se si creeranno le condizioni per dare una mano al centrosinistra, a prescindere dal ruolo, può essere cosa su cui ragionare, ma allo stato attuale non ho obiettivi». Così Sergio Chiamparino (nella foto), ex sindaco di Torino e presidente della Compagnia di San Paolo, sulla sua eventuale candidatura alla segreteria del Pd. Nell'involuto lessico politico della sinistra italiana, insomma, Chiamparino fa sapere di essere pronto. Ma lascia intendere che scenderà in campo solo se il suo sponsor, Matteo Renzi, raccoglieranno le truppe necessarie per battere Gianni Cuperlo e gli altri eventuali sfidanti. Niente candidatura di testimonianza, insomma. A scanso di equivoci Chiamparino spiega: «Da oltre un anno a questa parte sto facendo un lavoro e credo dignitosamente bene, quindi non sono alla ricerca di un posto. Per il futuro vedremo. Di sicuro per me è difficile separarmi dalla passione per la politica, che non è però soltanto quella riconducibile ai partiti».

Commenti