Colombo «arruola» Ted Kennedy

Ted Kennedy? Un antiberlusconiano incallito. Tra i molti articoli dedicati ieri alla morte del «Leone» c’era un’intervista del Riformista a Furio Colombo (nella foto). Più che una rievocazione, l’ennesima riproposizione di un’ossessione: quella dell’ex direttore de l’Unità per Silvio Berlusconi. Secondo Colombo, infatti, Ted Kennedy non aveva di meglio da fare negli ultimi giorni di vita che telefonargli per parlare male del premier italiano ed esaltare Prodi. «Ogni volta che gli parlavo, Edward - rievoca il giornalista - ci compiangeva per la situazione politica che abbiamo in Italia. Ci compiangeva perché abbiamo un premier come Berlusconi, per cui non provava alcuna stima. Nutriva invece profonda stima personale per Romano Prodi».

Commenti