Delbono scuce 10mila euro

Condanna con lo sconto per Flavio Delbono, l'ex sindaco Pd di Bologna travolto dal «Cinzia-gate». La Corte dei conti ha giudicato l'ex vice presidente dell'Emilia-Romagna responsabile del danno d'immagine alla Regione per lo scandalo dei viaggi e delle vacanze trascorse con l'allora fidanzata Cinzia Cracchi a spese della collettività. La richiesta di danni del procuratore Pasquale Principato, pari a 60mila euro, è stata sforbiciata dai giudici: Delbono dovrà pagarne solo 10mila per il reato di peculato, non di truffa. La Corte ha tenuto conto del fatto che l'ex sindaco ha abbandonato la politica subito dopo «la diffusione della notizia». Inoltre, patteggiando in sede penale, Delbono ha già pagato quasi 43mila euro tra danni patrimoniali diretti e di immagine. Ora i suoi avvocati stanno valutando se ricorrere in appello contro i 10mila euro.

Commenti