Due anni fa Nella stessa città scoperto un traffico di bimbi

Nella zona dell’Agro Sarnese c’è un precedente che fa gelare il sangue. Due anni fa venne scoperto qui dai carabinieri un traffico di neonati. In quel caso, però, le piccole vittime non venivano sequestrate: erano gli stessi genitori - nomadi rom - a metterli in vendita. I soldi venivano divisi tra la mediatrice, una donna del posto, che venne arrestata, e i genitori dei bambini, quattro romeni e due slavi. Nel corso dell’operazione fu anche recuperata una neonata di 21 giorni appena consegnata a una coppia italiana.
Le indagini erano partite da una denuncia per truffa presentata da una coppia di coniugi del Beneventano. Avevano conosciuto alcuni mesi prima la mediatrice, che si era presentata come una benefattrice e aveva proposto loro un metodo «alternativo» per ottenere un figlio senza le lungaggini della procedura per l’adozione. Alla coppia di Benevento la donna aveva anche rilasciato una ricevuta per 18 mila euro: «Per la consegna di due bambine», era specificato.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti