E Bagnasco «scomunica» chi vuol far cadere LettaGIU LE MANI DALL'IVA

L'aumento dell'Iva di luglio rischia di far diminuire anziché aumentare il gettito fiscale. La denuncia arriva da Marco Venturi, presidente della Confesercenti. «Nel 2012 hanno chiuso 135mila imprese. In questi mesi del 2013 lo hanno già fatto in 43mila. L'aumento dell'Iva rischia di dare il colpo di grazia al settore», commenta. Secondo i calcoli della sua organizzazione, se a luglio l'Iva dovesse salire al 22% «Invece di aumentare, il gettito scenderà di 300 milioni». E non è un caso che al ministero dell'Economia si stia valutando l'idea di far slittare di 3 mesi l'introduzione dell'aumento: anziché il primo luglio, l'inasprimento dell'aliquota potrebbe scattare il primo ottobre.

Commenti