La Francia dà cittadinanza agli animali: «Non sono cose»

Un progetto di legge per dare cittadinanza agli animali. In Francia è ormai in dirittura di arrivo la riforma del codice che cambia status a cani e gatti. Non più «cose», ma «esseri viventi dotati di sensibilità». Una rivoluzione semantica ma soprattutto filosofica e morale, che va incontro a una realtà sempre più condivisa anche nella comunità scientifica: i migliori amici dell'uomo non sono equiparabili a un comodino o a un lucidalabbra, hanno dei diritti. Ecco perché dalla Francia all'Italia, dagli Stati Uniti al Belgio, si sta cambiando il loro «status» di legge.

a pagina 19

Commenti