Gaffe di Grillo durante il tour: non riconosce la sua candidata

Beppe Grillo sbarca ad Avellino, la solita ressa intorno, altra tappa del «mandiamoli-a casa-tour». Una signora lo bracca: «Stiamo chiedendo il comodato d'uso per l'associazione». Grillo: «Lei è dell'associazione?». Risate. La signora (imbarazzata): «No, io sono del comitato, ehm, io sono il candidato sindaco... ». Grillo: «Lei è il candidato sindaco, cioè è quella che dobbiamo presentare? E me lo dice adesso? Fantastico, meraviglioso!» (nella foto il fermo immagine della scena). Tiziana Guidi ha riso, perché il siparietto era davvero spassoso. Ma Grillo era arrivato ad Avellino proprio per sostenere la sua candidata in vista delle elezioni amministrative del 26 e 27 maggio. La Guidi è iscritta al meet-up del Movimento di Avellino da ben tre anni e mezzo. Una bella svista. Ma per il leader a 5 Stelle i guai non finiscono qui: la base del web lo accusa di razzismo per i suoi post sul caso Kabobo. «Quanti sono i Kabobo d'Italia? Dove vivono? Non lo sa nessuno...».

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento