GARANTE PRIVACY«Distruggere le mail rubate ai deputati»

Il Garante per la protezione dei dati personali ha disposto il divieto di divulgare e trattare ulteriormente il contenuto delle mail dei deputati del Movimento 5 Stelle originariamente diffuse in rete: «Le testate giornalistiche, i siti web e chiunque detenga queste mail, per averle eventualmente scaricate, dovrà provvedere a cancellarle, anche dai propri archivi», dice il garante in una nota. Dopo il primo monito affinché venisse rispettata la privacy dei parlamentari coinvolti, lanciato immediatamente in seguito all'hackeraggio delle mail, il Garante ha adottato un provvedimento che verrà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.

Caricamento...

Commenti

Caricamento...