Giallo a Como Imprenditore ucciso a coltellate sotto casa

Resta aperta la caccia all’assassino che ieri pomeriggio ha ucciso Antonio Dubini, imprenditore edile di 67 anni. L’uomo è stato accoltellato a morte sul cancello di un lussuoso residence affacciato sul lago di Como, a Carate Urio. Il malvivente è fuggito a bordo di uno scooter. Ancora oscuro il movente del delitto. Secondo le prime ipotesi, l’omicida conosceva la vittima. Ha suonato al campanello dell’appartamento del residence. L’imprenditore non ha aperto, ma è sceso all’ingresso. Un passante ha detto d’averli visti discutere. E dopo c’è stata una colluttazione e l’accoltellamento.

Commenti

Spiacenti, i commenti sono temporaneamente disabilitati.