L'apertura ai rom e le periferie invase

La giunta di Letizia Moratti aveva condotto un'opera di contrasto degli insediamenti abusivi di nomadi, che - soprattutto in periferia - provocano reazioni negative dei residenti. Con la svolta «buonista» di Giuliano Pisapia molti problemi sono riemersi. Di recente si sono registrate proteste molto forti in via Dione Cassio. Il Comune ha oscillato fra quelli che sono sostanzialmente sgomberi (prima molto contestati a sinistra) e improbabili progetti come il centro di accoglienza in zona Ortomercato (altrettanto discusso) e la mediazione culturale.

Commenti