DOPO L'INTERVISTA A UN ANONIMOCarfagna querela «Il Fatto Quotidiano»: «Da loro solo fango sulle cene col Cav»

«Ormai non importa quello che si dice o da chi lo si fa dire, basta che sia fango. Sono 5 anni che “Il Fatto Quotidiano” tra blitz e maldicenze, cerca di accreditare la teoria che chi ha fatto scelte politiche diverse dalle loro appartiene a categorie ignobili e prive di moralità». La misura è colma per Mara Carfagna, portavoce del gruppo Forza Italia alla Camera, che annuncia iniziative legali dopo che Il «Fatto» ha pubblicato un'intervista di un anonimo che nomina l'ex ministro tra gli ospiti della cene al castello di Tor Crescenza con Silvio Berlusconi. «Ho cercato di “difendermi” con il mio lavoro - continua Carfagna -, ma quella del “Fatto” è una violenza inaccettabile che tende a delegittimare ancora una volta la mia reputazione e la mia dignità. Non sono mai stata ad Arcore né ho mai partecipato alle cene nel castello di Tor Crescenza. Tranne una con molti altri parlamentari. Porterò in tribunale questa gente».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti