Maroni vuol vendere lo yacht La Finanza a casa di Bossi jr

È quello o non è quello? Sembra proprio di sì. Il Corriere della Sera ha trovato, ormeggiato a Port El Kantaoui in Tunisia, lo yacht da 2,5 milioni di euro che l'ex tesoriere della Lega Nord Francesco Belsito avrebbe regalato a Riccardo Bossi, primogenito del fondatore della Lega Nord Umberto, «avvalendosi di un prestanome - sostiene il gip di Milano che ha arrestato Belsito - e grazie a un'ulteriore appropriazione indebita dell'ex cassiere lumbard». «Se fosse vero che è stato comprato con i soldi della Lega, richiederemo subito il sequestro perché sarebbero soldi della Lega e devono tornare alla Lega», ha detto ieri Roberto Maroni (nella foto) durante un congresso della Cisl lombarda. Intanto i pm di Milano hanno chiesto la rogatoria per bloccare la barca. E ieri sera la Guardia di Finanza si è presentata a casa del primogenito del Senatùr per una perquisizione. Obiettivo: trovare documenti relativi allo yacht, al suo acquisto e al suo reale proprietario.

Commenti