Mele si gioca tutto allo spareggio

Un'altra chance per «Mimmo». Gliel'hanno concessa alle urne i cittadini di Carovigno (Brindisi). Con il 35% dei voti andrà al ballottaggio per diventare sindaco l'ex parlamentare Udc Cosimo Mele, sostenuto da sette liste civiche, lui che nella notte del 27 luglio 2007 fu coinvolto in una notte a base di alcol e cocaina nell'hotel Flora, in via Veneto a Roma: una prostituta finì ricoverata, lui espulso dal partito (ma non dal Parlamento). Mele, che per quell'episodio vide interrompersi la carriera politica, fu trovato insieme con due donne una delle quali, Francesca Zenobi, accusò un malore, a suo dire, provocato dall'utilizzo di una sostanza stupefacente. Mele dovrà vedersela con la candidata del centrodestra Antonia Gentile, che ha ottenuto il 43,1%. A dire il vero non è la prima volta che Mele tenta di rientrare in politica in Puglia: nel 2009, il 56enne politico di Ostuni sfiorò l'elezione al consiglio provinciale di Brindisi nelle liste dell'Alleanza di centro.

Commenti