In memoria di «Bebbe» Alfano

gaffe. Il Comune di Trapani voleva intitolare una via al giornalista Beppe Alfano, ucciso dalla mafia a 48 anni nel 1993 a Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina. La sua attività giornalistica era rivolta verso uomini d'affari, mafiosi latitanti, politici e amministratori locali e massoneria. Il bel gesto è finito male perché una strada secondaria del popolare quartiere del rione Fontanelle Sud è stata intitolata a un inesistente Bebbe Alfano. Il fatto è che non si tratta di una targa di marmo messa lì di recente, ma ormai da diversi anni. Tutti ne sono a conoscenza: la gente passa, legge e si chiede chi sia quel misterioso Bebbe che si è addirittura meritato l'intitolazione di una via. Ma nessuno si prende la briga di rimediare all'errore. E le istituzioni non muovono un dito per correggere quel nome. LuRo

Commenti