OPERAI, MINATORI E BIGLIETTAIQuanti rovinati dalla (troppa) fortuna

I soldi, troppi soldi, per molti sono stati una rovina. Un pesarese che fece 13 al Totocalcio morì suicida dopo il fallimento della catena di lavanderie aperta con i soldi della mega vincita. Giovanni Mannu, il minatore sardo che vinse 77 milioni di lire, sempre al Totocalcio nel 1950, finì sul lastrico in poco tempo per aver sbagliato gli investimenti. Un anno dopo Giovanni Frigato, operaio, vinse 74 di milioni, ma dopo aver investito nel cinema, perse tutto e tornò al vecchio lavoro. Un siciliano, il bigliettaio d' autobus Giovanni Cappello, riusci' a distruggere in poche settimane i 76 milioni vinti nel ' 51. Rosario Leonardi, muratore siciliano, vince nel 1982 tre miliardi e mezzo. In due anni e mezzo non ha più nulla. Muore sotto un treno mentre va in vacanza.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti