PARLA UN MONSIGNORERiforme e Ior primi malumori nella Curia

Troppe spinte ad accelerare i cambiamenti, troppe pressioni sui consiglieri. «Il Papa non ha ancora incontrato il gruppo di consiglieri che si è scelto e già i consigli piovono», dice con una certa insofferenza il Sostituto della Segreteria di Stato, monsignor Angelo Becciu. Anche sullo Ior, la «banca» vaticana, circolano notizie che non risponderebbero a realtà. Anzi, «il Papa è rimasto sorpreso nel vedersi attribuite frasi che non ha mai pronunciato e che travisano il suo pensiero», dice ancora Becciu in un'intervista all'Osservatore Romano. E anche padre Lombardi frena.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento