«PARTERRE»Per seguire gli eventi grande finanza costretta a dividersi tra Milano e Roma

L'imprevista concomitanza tra la relazione annuale del presidente della Consob e il conferimento della Laurea honoris causa al numero uno della Bce, Mario Draghi, ha diviso il mondo della finanza sull'asse Roma-Milano. Per quanto ormai la distanza sia colmabile in poche ore, manager e politici hanno dovuto scegliere. E così i principali banchieri italiani (Giovanni Bazoli, Enrico Tomaso Cucchiani, Federico Ghizzoni, Alberto Nagel e Alessandro Profumo) assieme al premier Enrico Letta e al ministro Maurizio Lupi hanno ascoltato il discorso di Giuseppe Vegas a Piazza Affari. Francesco Gaetano Caltagirone, Fabrizio Palenzona, Mauro Moretti e Luigi Abete hanno optato per l'ateneo capitolino. Solo due le eccezioni: il governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, e il presidente di Eni, Giuseppe Recchi, sono riusciti a presenziare a entrambe le cerimonie.

Caricamento...

Commenti

Caricamento...
Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento