LA PENA ACCESSORIACon l'interdizione divieto di votare e di essere eletti

L'interdizione dai pubblici uffici è prevista dall'articolo 28 del codice penale. Può essere temporanea, da uno a cinque anni, o perpetua. L'interdizione priva il condannato al diritto di elettorato attivo e passivo, di ogni pubblico ufficio e di ogni incarico non obbligatorio di pubblico servizio, della qualità di tutore o di curatore, dei gradi e delle dignità accademiche, e della possibilità di esserne insignito. L'interdizione consegue alla condanna di un reato realizzato attraverso abuso di poteri o violazione di doveri inerenti alla pubblica funzione o al pubblico servizio, o come pena accessoria per alcuni reati contro la pubblica amministrazione.

Commenti