Il Pentagono vieta trecce e code alle soldatesse

Niente trecce o capelli annodati a corda per le soldatesse americane: è questo l'ordine contenuto in un memorandum pubblicato di recente dall'esercito Usa e che sta ora suscitando vivaci proteste. Tanto che migliaia di soldatesse hanno firmato una petizione online sul sito della Casa Bianca in cui si chiede che le nuove regole vengano subito abolite. Non solo: si accusa il Pentagono di «razzismo» nei confronti delle afro-americane, che il più delle volte indossano proprio le acconciature «proibite». L'ordine - che va sotto il titolo di «Regolamento 670-1» - descrive i criteri esteticì a cui sia soldati uomini che donne devono attenersi.
L'esercito sostiene che le norme sono necessarie perché i soldati possano indossare agilmente elmetti ed altri equipaggiamenti militari.

Commenti