PISA, PROVVEDIMENTO DEL QUESTORE Perseguitava la ex, tunisino allontanato dall'Italia

L'ammonizione del questore non era servita a interrompere gli atteggiamenti persecutori di un tunisino di 46 anni nei confronti della sua ex compagna italiana chelo aveva lasciato. Era dunque scattato l'arresto e l'altro ieri dopo la scarcerazione per decorrenza dei termini l'uomo, vista la sua pericolosità sociale, è stato espulso e accompagnato al Cie di Torino in attesa del rimpatrio. La storia era iniziata un anno fa: appostamenti, pedinamenti, telefonate e minacce anche di morte fino alle percosse nei confronti della vittima che in più di un'occasione era stata costretta a chiedere aiuto alla polizia. Fino a far arrestare lo stalker.
Ieri, a scarcerazione avvenuta per decorrenza dei termini, il questore di Pisa Gianfranco Bernabei, si legge in una nota della Questura, «ha ritenuto che la condizione dello straniero in Italia fosse illegittima e persistesse lo stato di pericolosità sociale, anche in relazione alla possibile ripresa degli atti persecutori in danno della sua ex»

Commenti