Il referendum sulla scuola smuove Lupi e Bagnasco

Il referendum bolognese del 26 maggio sul finanziamento pubblico alle scuole materne paritarie muove come testimonial «pezzi da 90» di calibro nazionale. Dopo l'intervento del presidente della Cei Angelo Bagnasco, ora a sostenere pubblicamente il rinnovo del sistema integrato pubblico-privato è il neo ministro Maurizio Lupi. Vicino al mondo di Cl, Lupi ha spiegato che «la questione di fondo in questo voto è la libertà di educazione sancita dalla nostra Costituzione». A questo stesso testo fa riferimento il comitato promotore del referendum che si chiama Articolo 33. Sostegno bipartisan ai finanziamenti alle scuole arriva da Pdl, Pd, Lega e Udc. AZ

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento